“FLORA” è la nostra Colomba!
Confezionata dai ragazzi di Anffas per portare nelle nostre case la speranza, la voglia di rinascita… il sapore di una nuova primavera!

Colomba FLORA Anffas Onlus Massa Carrara

Con l’acquisto della colomba Flora, contribuisci alla realizzazione del nostro progetto “creiamo una biblioteCAA”

Ordina subito la tua Colomba pasquale!
I quantitativi disponibili sono limitati!!!

Siamo spiacenti ma abbiamo esaurito tutte le scorte.

Perché il progetto “creiamo una biblioteCAA”

I libri creati e tradotti in CAA sono libri che:

  • trasformano il testo scritto in immagini
  • facilitano la comprensione, sono quindi una grande opportunità di accedere ai libri per tutti
  • sono adatti a tutte le età e a tutte le diversità perché utilizzano le immagini come strumento principale,
  • prevedono la creazione di libri speciali per la singola persona seguendo i suoi interessi,
  • la semplificazione del testo, facilitando la comprensione, stimola la condivisione ma anche l’accesso autonomo ai libri.
  • sono inclusivi perché sono condivisibili, accattivanti, possono esser fruibili da più persone al di là delle caratteristiche individuali.

per questo creeremo una biblioteCAA dove costruiremo libri su misura per condividerli tra di noi e poi… chissà… quando le cose lo permetteranno, anche con tutti voi… è una promessa!!!

Cos’è la CAA

“La Comunicazione Aumentativa Alternativa (C.A.A.) si riferisce a un’area di ricerca e di pratica clinica ed educativa che studia e, quando necessario, tenta di compensare disabilità comunicative temporanee o permanenti, limitazioni nelle attività e restrizioni alla partecipazione di persone con severi disordini nella produzione del linguaggio e/o della parola e/o di comprensione, relativamente a modalità di comunicazione orale e scritta” (ASHA 2005).

La C.A.A. è il termine quindi, per descrivere l’insieme di tecniche, strategie, tecnologie, e conoscenze che facilitano e aumentano la comunicazione in persone con difficoltà ad usare i comuni canali comunicativi soprattutto il linguaggio orale e scritto, persone con bisogni comunicativi complessi.

È un approccio utile anche a promuovere lo sviluppo di altre capacità, come l’organizzazione del pensiero, le funzioni di socializzazione e quelle di adattamento, oltre a consentire il recupero e l’incremento delle capacità linguistiche. La C.A.A. si pone l’obiettivo di mettere ogni persona con bisogni comunicativi complessi nelle condizioni di poter attuare scelte, esprimere un rifiuto, un assenso, raccontare, esprimere i propri stati d’animo influenzare il proprio ambiente e quindi autodeterminarsi diventando protagonista della propria vita.
Comunicazione tutte le modalità che una persona usa a livello intenzionale e non intenzionale per mettersi in contatto con chi la circonda.
Aumentativa attraverso il potenziamento delle abilità presenti, la valorizzazione delle modalità naturali.
Alternativa utilizzo di modalità speciali (gesti, sguardi, oggetti, parti di oggetti, fotografie, sistemi di immagini, alfabeto, supporti informatici).
La C.A.A. non si fonda sull’esercizio, ma su esperienze di reali comunicazioni offerte all’individuo.

Una delle prime opportunità è, ad esempio, quella di fare scelte in situazioni reali. L’abilità di scegliere dà infatti alla persona la possibilità di influenzare l’ambiente, di crearsi una identità, di migliorare l’immagine e la stima di sé. L’utilizzo del termine opportunità suggerisce un’importante riflessione: poiché la comunicazione emerge se si danno opportunità, la responsabilità della comunicazione si sposta dalle persone con bisogni comunicativi speciali, ai partner comunicativi che le circondano.