Venerdì 15 Dicembre 2017 – Convegno: Lo Sport inclusivo

//Venerdì 15 Dicembre 2017 – Convegno: Lo Sport inclusivo

Venerdì 15 Dicembre 2017 – Convegno: Lo Sport inclusivo

Convegno: “Lo Sport inclusivo”
Venerdì 15 Dicembre 2017 | ore 9:00
CarraraFiere, Sala Marmoteca | ingresso da viale Galilei | Marina di Carrara (MS)

Lo Sport
Lo sport è un elemento alla base della vita di ciascuno di noi, contribuisce ad avere uno stile di vita sano ed equilibrato, permette di avere una migliore conoscenza del proprio corpo, aiuta a scaricare la tensione e lo stress. Ma lo sport è molto molto di piu’, lo sport permette di farci stare assieme agli altri, di metterci anche in competizione con gli altri aumentando la credibilità e la fiducia che abbiamo in noi stessi. Che lo sport sia singolo o di squadra non esiste una disciplina sportiva che preveda di fare tutto in solitudine. Le fasi della preparazione, dell’allenamento, e del confronto sono necessariamente fasi sociali, fasi che prevedono lo stare insieme, ma non uno stare insieme casuale, uno stare insieme volontario ed organizzato.
Volontario perché ogni persona deve poter scegliere lo sport che preferisce ed organizzato perché qualsiasi disciplina sportiva prevede il rispetto di regole condivise. Ecco che lo sport diventa specchio della società civile dove le persone si mettono assieme e costruiscono le regole del convivere civile.
Ma la potenza dello sport va ben oltre. Lo sport può accomunare un gran numero di persone anche se non lo praticano, infatti nel caso di una competizione come nel corso di una partita di calcio, ci si riunisce per sostenere l’una o l’altra squadra e ciò accade in maniera naturale. Pensiamo poi alle competizioni internazionali dove si ritrovano intere nazioni a sostenere i propri rappresentanti in ogni tipo di sport e competizione.

La convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità, che è anche legge dello stato italiano, all’art. 30 “Partecipazione alla vita culturale e ricreativa, agli svaghi ed allo sport”, tra l’altro, recita:
1. Gli Stati Parti riconoscono il diritto delle persone con disabilità a prendere parte su base di uguaglianza con gli altri alla vita culturale e adottano tutte le misure adeguate a garantire che le persone con disabilità…
5. Al fine di consentire alle persone con disabilità di partecipare su base di uguaglianza con gli altri alle attività ricreative, agli svaghi e allo sport, gli Stati Parti adottano misure adeguate a:
(a) incoraggiare e promuovere la partecipazione più estesa possibile delle persone con disabilità alle attività sportive ordinarie a tutti i livelli;
(b) garantire che le persone con disabilità abbiano la possibilità di organizzare, sviluppare e partecipare ad attività sportive e ricreative specifiche per le persone con disabilità e, a tal fine, incoraggiare la messa a disposizione, su base di uguaglianza con gli altri, di adeguati mezzi di istruzione, formazione e risorse;
(c) garantire che le persone con disabilità abbiano accesso a luoghi che ospitano attività sportive, ricreative e turistiche;
(d) garantire che i minori con disabilità possano partecipare, su base di uguaglianza con gli altri minori, alle attività ludiche, ricreative, agli svaghi ed allo sport, incluse le attività previste dal sistema scolastico;
(e) garantire che le persone con disabilità abbiano accesso ai servizi forniti da coloro che sono impegnati nell’organizzazione di attività ricreative, turistiche, di tempo libero e sportive.

Gli obiettivi del convegno
Le persone con disabilità sono sicuramente svantaggiate rispetto all’accesso alle pratiche sportive, lo sono ancor di più se hanno disabilità intellettive che, spesso, sono fonte di ulteriori difficoltà nella libertà di autodeterminarsi, di scegliersi e praticare lo sport che piu’ piace.

In estrema sintesi la giornata si pone i seguenti obiettivi:

  1. Sensibilizzare la comunità rispetto allo sport come diritto per tutti, con particolare attenzione alle categorie fragili come le persone con disabilità soprattutto intellettiva
  2. Coinvolgere persone con disabilità, famiglie, società sportive, scuole, organizzazioni di volontariato, club di servizio, associazioni affinché facciano fronte comune nel promuovere la pratica sportiva accessibile a tutti ed i suoi valori civili e sociali
  3. Illustrare e condividere esempi di persone con disabilità impegnate nello sport quali messaggi incoraggianti anche al fine della ripetibilità delle esperienze

Scarica il programma

2017-12-14T11:34:44+00:00
Dimensione testo
Contrasto